Montesacro - ROMAINMOVIMENTO

Vai ai contenuti
Quartieri

Roma in movimento

Montesacro - Archivio storico di memoria urbana e sociale
Con il termine Monte Sacro si indica il sedicesimo quartiere di Roma (Q.XVI).
Il nome deriva dalla leggenda che vuole che proprio su questa monte si ritirassero gli aùguri ad osservare il volo degli uccelli.
La caduta dell'impero vide la sostituzione delle ville romane con i casali medievali. La lontananza dalle mura cittadine trasformò inoltre il territorio del quartiere e il Monte Sacro in un luogo di "scampagnate" fuori porta fin alla fine del 1800.
A partire dagli anni'20 del XX secolo, l'architetto Gustavo Giovannoni progettò e realizzò, ponendosi per quegli anni indubbiamente all'avanguardia e fuori del Piano Regolatore di Roma, una "Città Giardino" composta da costruzioni con struttura "a villini" inseriti nel verde, e con servizi indipendenti: scuola, chiesa, ufficio postale, parco pubblico. Particolarmente interessante è la piazza Sempione, che fa da entrata scenografica al quartiere. All'epoca, quest'opera così urbanisticamente rivoluzionaria, fu duramente criticata, e solo a distanza di tempo si poté costatare che quella accusa era assolutamente immeritata
Nella seconda metà degli anni sessanta prese corpo il quartiere contiguo detto "Monte Sacro Alto", noto anche come "Talenti".




AREA FOTO

AREA VIDEO

...      

TESTIMONIANZE E INTERVISTE

...      

Torna ai contenuti