Campo Marzio - ROMAINMOVIMENTO

Vai ai contenuti
Rioni

Roma in movimento
Campo Marzio -
Archivio storico di memoria urbana e sociale

Decisamente uno dei quartieri più antichi della capitale, nel Medioevo divenne la zona più densamente popolata della città. Caratterizzata da una vasta estesa pianeggiante, Tarquinio il Superbo la sfruttò facendola coltivare a grano. Solo in epoca repubblicana ritornò ad essere area pubblica. Mentre la zona verso nord, non edificata, era dominata dal mausoleo di Augusto e dall’orologio solare formato da un’estesa platea in marmo, i cui resti oggi sono visibili negli scavi a San Lorenzo in Lucina e , per gnomone, l’obelisco attualmente a P.zza Montecitorio. Il tessuto edilizio del rione era particolarmente fitto tra le emergenze monumentali dei resti ancora conservati arricchendosi contemporaneamente di palazzi nobiliari, chiese e fontane le quali avrebbero sopperito la dipendenza dal Tevere come unica fonte d’acqua.

AREA FOTO

AREA VIDEO

...      

TESTIMONIANZE E INTERVISTE

...      

Torna ai contenuti